Cheval Blanc si espande e prevede di aumentare la produzione di vino bianco

Tempo di lettura: < 1 minuto

Château Cheval Blanc a Saint-Émilion ha acquistato la tenuta vicina, Château La Tour du Pin Figeac.

Ubicata tra Saint-Emilion e Pomerol, nel cuore dei vigneti di Bordeaux, Château Cheval Blanc, l’azienda di proprietà di Bernard Arnault (LVMH) e della famiglia Frère si espande e ingloba la vicina tenuta Château La Tour du Pin Figeac di proprietà della famiglia Giraud-Bélivier dal 1923.

Pierre-Olivier Clouet, direttore tecnico di Cheval Blanc, ha dichiarato alla rivista francese Terre de Vins che l’acquisizione è stata “il culmine di un’estensione iniziata più di quindici anni fa“, nel 2006, con l’acquisizione di 8 ettari di Château La Tour du Pin Figeac Moueix della famiglia Moueix. Originariamente questa tenuta e quella appena acquistata di proprietà della famiglia Giraud-Bélivier non erano separate, ma entrambe facevano parte dei terreni di Château Figeac, suddivisi tra le due famiglie, poi riuniti sotto la proprietà di Cheval Blanc.

Per quanto riguarda quest’ultimo ampliamento Clouet racconta che “la famiglia Giraud-Bélivier voleva vendere, e per noi si è trattato di un’occasione irripetibile di rilevare terreni senza sbocco sul mare che vanno a completare i nostri possedimenti. Stiamo ovviamente pensando di sviluppare qui la nostra produzione di vino bianco”. I terreni della tenuta vicina saranno ora sottoposti ad approfonditi studi per valutare composizione e potenzialità, non si esclude che una parte possa anche essere dedicata alla produzione di vino rosso.

Nell’agosto 2021 Château Cheval Blanc balzò in testa alle cronache enologiche per l’abbandono della classificazione Saint-Émilion insieme a Château Ausone, decisione presa poi anche da Château Angélus nel gennaio 2022 e da Château La Gaffelière poche settimane fa.

Il gruppo Moët Hennessy Louis Vuitton, abitualmente abbreviato in LVMH, di cui l’iconica tenuta francese fa parte, è una multinazionale con sede a Parigi, proprietaria di oltre settanta marchi tra alberghi di lusso, alta moda, orologi, gioielli, editoria, liquoristica e vino.

Facebook
Twitter
LinkedIn