Federvini: al nuovo governo chiediamo un tavolo di filiera a sostegno del mondo del vino

Tempo di lettura: < 1 minuto

Vittorio Cino, Direttore Generale Federvini, si rivolge ai prossimi ministri, mette in luce i punti critici da affrontare per tutelare il vino italiano e i suoi produttori e chiede un tavolo interministeriale per discutere e trovare soluzioni a sostegno del comparto vitivinicolo italiano.

Scarsa reperibilità e costi esorbitanti delle materie prime e dell’energia, la presa di posizione proibizionista da parte dell’OMS contro il settore del vino e non solo, una politica proattiva e attenta ai mercati emergenti sui quali ancora il vino italiano non si è affermato come potrebbe. Questi sono i punti da mettere in agenda per il nuovo governo secondo Vittorio Cino, Direttore Generale Federvini, intervistato in occasione di “Wine Agenda”, appuntamento voluto da Federvini e Milano Wine Week per analizzare il presente e il futuro del comparto, individuandone le priorità in chiave di tutela e di sviluppo.

Facebook
Twitter
LinkedIn