Sai come funziona un decanter elettronico?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Uno strumento elettronico per l’ossigenazione veloce del vino promette un miglioramento del contenuto nei calici da due a cinque volte in pochi minuti

“La vita è troppo breve per bere vini mediocri” sosteneva il poeta e scrittore tedesco Goethe. Così breve che l’idea di velocizzare il processo migliorativo di un vino a molti potrebbe sembrare un’idea più che valida. Come? Ossigenandolo più velocemente grazie a un decanter elettronico. Questa pare essere l’ultima “diavoleria” in fatto di strumenti enologici e la sua uscita sul mercato ha creato più di un malumore tra i puristi. In realtà sono diversi i modelli che si trovano in Rete, ma il più performante al momento pare essere il “Wake Up Wine Pro S” al costo di 170 dollari.

In pratica si tratta di un contenitore di vetro appoggiato su una piattaforma touch che, inviando impulsi elettrici, ha la finalità di “scuotere” il vino nel modo e nel tempo opportuni per rendere più veloce il processo di ossigenazione. La casa produttrice garantisce un miglioramento da due a cinque volte del liquido in pochi minuti, grazie anche a un filtro super fine che blocca le impurità fino a 1 mm. Ovviamente lo strumento può essere gestito via bluetooth tramite smartphone.

Facebook
Twitter
LinkedIn