Al via la quinta edizione della Milano Wine Week

Tempo di lettura: 4 minuti

La manifestazione dedicata al mondo del vino si è aperta ufficialmente questa mattina con la conferenza stampa inaugurale a Palazzo Serbelloni. In programma un calendario ricco di appuntamenti per appassionati e operatori del settore di tutto il mondo.

Si è tenuta questa mattina a Palazzo Serbelloni la conferenza stampa di apertura della Milano Wine Week 2022. Il nuovo hub dell’edizione corrente – situato nel cuore di Corso Venezia, la Wine Street di MWW 2022 – ha ospitato un importante momento di incontro tra alcuni dei volti protagonisti della manifestazione, che quest’anno si caratterizza per una vocazione ancora più internazionale – grazie anche al supporto di ICE-Maeci, che ha sostenuto la terza edizione del programma di masterclass internazionali in 8 città estere e l’importante progetto di Incoming che, per la prima volta, ha portato a Milano una delegazione di buyer e stampa esteri – e un approccio fortemente immersivo, con speciali attività dedicate ai consumatori.

Siamo pronti a partire, a creare occasioni di incontro, ricevere ospiti da tutto il mondo e a far vivere ai cittadini nuove esperienze, innovative e coinvolgenti -, commenta Federico Gordini, Presidente di MWW Group, l’organizzazione che cura l’evento. – Abbiamo presentato un calendario ricco di iniziative rivolte agli operatori del settore, che favoriranno momenti di scambio e confronto, ma anche un palinsesto vario e innovativo dedicato al pubblico, che prevede degustazioni, aperitivi – con decine di produttori coinvolti ogni giorno – e nuovi speciali format”.

Alla presentazione di stamani, moderata da Agnese Pini – Direttrice Responsabile delle Testate QN Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno -, sono intervenuti Massimiliano Giansanti, Presidente di Confagricoltura; Luigi Scordamaglia, consigliere delegato filiera Italia, capo area mercati, internazionalizzazione e politiche comunitarie Coldiretti; Riccardo Ricci Curbastro, Presidente di Equalitas; Luca Giavi, Direttore del Consorzio di Tutela Prosecco DOC; Christophe Rabatel, CEO di Carrefour Italia; Andrea Contri, IoT Ecosystem Director di Haier Europe; Lorenzo Cafissi Responsabile Vino di Carrefour Italia; Mariavittoria Rava, Presidente di Fondazione Francesca Rava.

Il comparto viticolo italiano ha saputo fare fronte alle difficoltà degli ultimi anni con grande vigore -, racconta Massimiliano Giansanti, Presidente di Confagricoltura. – L’attuale situazione congiunturale mondiale, la difficoltà a reperire materie prime e l’inflazione, tuttavia, mettono a dura prova anche questo settore, che, solo nell’export, vale oltre 7 miliardi di euro. Per reagire alla situazione, le aziende agricole del comparto sanno che occorre ancora di più puntare sulla qualità, l’innovazione, la sostenibilità, elementi chiave anche per rispondere alle richieste di un mercato sempre più esigente, che vuole andare oltre il calice di vino e conoscere gli sforzi delle imprese per la valorizzazione del territorio, il rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali”, conclude Giansanti.

A frenare la corsa del vino italiano è soprattutto la crescita esponenziale dei costi di produzione a causa delle tensioni su energia con aumenti unilaterali da parte dei fornitori di imballaggi che arrivano a pesare sui bilanci della filiera vitivinicola per oltre un miliardo di euro – afferma il consigliere delegato filiera Italia, capo area mercati, internazionalizzazione e politiche comunitarie Coldiretti Luigi Scordamaglia – da difendere c’è un settore che dal grappolo al bicchiere offre opportunità di lavoro a 1,3 milioni di persone impegnate direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, sia per quelle impiegate in attività connesse e di servizio”.

La Milano Wine Week ha avuto il merito in questi anni di portare nella capitale economica italiana i territori dei vini a Denominazione di Origine – dichiara Riccardo Ricci Curbastro Presidente di Equalitas – e di aver acceso i riflettori sulle grandi innovazioni del settore vitivinicolo come la sostenibilità certificata”.

Luca Giavi, Direttore del Consorzio di Tutela Prosecco DOC, chiosa invece “Questo è un momento di grandi sfide, anche a livello europeo. Dobbiamo ripartire facendoci promotori di un consumo più consapevole, legato al bere meno e meglio, comunicando in maniera efficace alle nuove generazioni e riportando alla sfera della festa, della socialità e della famiglia questo gesto”.

Christophe Rabatel CEO di Carrefour Italia, dichiara “Siamo molto felici di dare ufficialmente il via all’edizione 2022 della Milano Wine Week, in qualità di Main Sponsor. Una collaborazione che si inserisce in un progetto più ampio che, da anni, ci vede impegnati per offrire ai consumatori le eccellenze dei vini italiani e per rendere il mondo del vino meno “esclusivo”. Nel corso di questa settimana, abbiamo previsto degustazioni di vino ed eccellenze regionali direttamente nei nostri Carrefour Market e Carrefour Express di Milano, oltre a un viaggio nel gusto in una location d’eccezione come Palazzo Serbelloni, dove si potranno scoprire più di 80 vini grazie al racconto dei nostri produttori locali”.

Siamo felici di mettere al servizio anche di questo settore le nostre competenze in merito ad Intelligenza Artificiale ed IoT. In questi anni la nostra offerta per gli amanti del vino si è ampliata fino a diventare la più completa e personalizzabile sul mercato – , dichiara Andrea Contri, IoT Ecosystem Director di Haier Europe. – La Milano Wine Week è un evento cruciale per mostrare concretamente come un momento di puro gusto possa essere ottimizzato, organizzato e reso unico attraverso i più innovativi ecosistemi digitali. Il tutto fruibile semplicemente attraverso l’app hOn, la piattaforma che guida le soluzioni dei brand del Gruppo, e grazie a prodotti sempre più connessi” conclude.

Il mondo del vino fa parte della cultura italiana, ma è importante che inizi ad aprirsi e a rivolgersi anche alle nuove generazioni, che spesso lo percepiscono ancora come distante e difficile. La nostra partnership con Milano Wine Week parte proprio da una volontà condivisa: rendere più accessibile il mondo del vino e, attraverso l’utilizzo di un linguaggio nuovo, renderlo attraente anche agli occhi dei più giovani“, il commento di Lorenzo Cafissi, Responsabile Vino di Carrefour Italia.

È intervenuta in conferenza anche Mariavittoria Rava, Presidente della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, Charity Partner di Milano Wine Week 2022. “Siamo molto felici ed onorati di essere Charity Partner di questo importante evento. La Fondazione Francesca Rava aiuta le nuove generazioni da oltre 20 anni e da 60 nel mondo con la filosofia dell’empowerment, per dare a tutti i giovani la possibilità di esprimere i propri talenti. In qualità di Charity Partner della Milano Wine Week desideriamo promuovere, presso tutti gli stakeholder del settore del vino, il valore della sostenibilità sociale e dell’inclusione lavorativa delle nuove generazioni in un mondo che guarda al futuro attraverso la digitalizzazione, l’enoturismo e la grande distribuzione. La Fondazione sostiene i giovani in difficoltà attraverso tanti progetti concreti, tra cui Le Borse del Cuore, grazia al quale li affianchiamo nel reinserimento sociale, con percorsi di studio e formazione professionale. In questo senso invitiamo i giovani a cogliere tutte le opportunità di formazione e lavoro che Manifestazioni come questa offrono”.

Al termine della conferenza stampa, gli ospiti hanno potuto vivere l’esperienza del Wine Bus di Destination Gusto, una delle novità della Milano Wine Week 2022: una corsa di un’ora su uno speciale double decker londinese alla scoperta degli angoli più belli di Milano con una degustazione esclusiva di vini e prodotti tipici.

Il programma della manifestazione è consultabile sul sito.

Facebook
Twitter
LinkedIn