Al via il Festival Franciacorta in Cantina 2022

Tempo di lettura: 2 minuti

Torna il Festival Franciacorta in Cantina, il doppio imperdibile appuntamento (il 10 e l’11 e il 17 e 18 settembre) per un weekend alla scoperta del territorio franciacortino.

Due fine settimana dedicati alla riscoperta dei luoghi dove nasce il Franciacorta, un doppio weekend per immergersi appieno nella magica atmosfera tra monasteri, castelli e dimore storiche immerse tra i vigneti dove nasce un vino unico.

Sono 65 le Cantine aderenti (Abrami Elisabetta, Alberelle, Antica Fratta, Azienda Agricola Fratelli Berlucchi, Azienda Agricola Massussi Luigi, Barboglio de Gaioncelli, Bariselli Gabriella, Barone Pizzini, Bellavista, Berlucchi Guido, Bersi Serlini, Biondelli, Boccadoro, Bonfadini, Bosio, Ca’ del Bosco, Cantina Clarabella, Caruna, Castello Bonomi Tenute in Franciacorta, Castello di Bornato, Castello di Gussago La Santissima, Castelveder, Cavalleri, Contadi Castaldi, Corte Aura, Corte Fusia, Derbusco Cives, Due Gelsi, Faccoli, Ferghettina, IBARISEI, Il Dosso, La Costa di Ome, La Fiorita, La Manèga, La Montina, La Riccafana di Riccardo Fratus, La Torre, Lantieri de Paratico, Le Cantorie, Le Marchesine, Majolini, Marchesi Antinori Tenuta Montenisa, Marzaghe Franciacorta, Mirabella, Monzio Compagnoni, Monte Rossa, Mosnel, Plozza Ome, Priore, Quadra, Ricci Curbastro, Romantica, Ronco Calino, San Cristoforo, Santus, Spensierata, Tenuta Ambrosini, Tenuta Moraschi, Turra, Vezzoli Ugo, Villa Crespia Fratelli Muratori, Vigna Dorata, Villa Franciacorta, Villa Giuliana) che organizzeranno visite guidate con degustazione ed eventi speciali. Le proposte saranno di pari livello per entrambi i fine settimana per permettere al visitatore di poter trovare la stessa varietà e qualità di proposte in entrambi i weekend.

Giunta alla sua tredicesima edizione, la manifestazione propone eventi coinvolgenti e una ricca offerta di iniziative dedicate all’intrattenimento e all’approfondimento enogastronomico e culturale. Un appuntamento adatto a tutti: dagli enoappassionati, che potranno partecipare a degustazioni a tema, agli amanti del buon cibo, che godranno delle gustose proposte di ristoratori locali e chef, tra tradizione e innovazione. Ampio spazio sarà dedicato agli sportivi, che potranno avventurarsi tra i vigneti e le colline facendo trekking e percorrendo itinerari a piedi, in bicicletta o a cavallo, così come alle famiglie che avranno la possibilità di divertirsi con iniziative ludiche e pic-nic nella natura. Non c’è poi occasione migliore per perdersi tra i molteplici luoghi di interesse storico, i castelli, i monasteri e i musei che costellano la Strada del Franciacorta dove i cultori dell’arte avranno solo l’imbarazzo della scelta tra affascinanti borghi, abbazie e ville immerse nel verde.

Dopo due anni di stop causa pandemia, tornano con quest’edizione anche i bus tour della durata di tre ore circa (€ 5 a persona per il servizio bus e guida), che partendo da Rovato fanno sosta da alcuni produttori accompagnati da una guida turistica che racconterà il territorio. Sono l’ideale per coloro che visitano la Franciacorta per la prima volta o per chi vuole girarla in comodità.

Imperdibile è l’appuntamento con la mostra fotografica “Vite per le viti in Franciacorta – Ritratti di generazioni in Franciacorta”, progetto e immagini a cura di Pietro Arrigoni. Un viaggio fotografico che vuole documentare il mondo familiare e remoto attraverso le persone che vivono da tempo l’esperienza in vigna. Fotografie come foglie, esposte al tempo, alla fatica, al sole, al vento e al fresco della vigna: la fotografia che si integra nel cambiamento del filare. La mostra sarà esposta durante i weekend del Festival in Cantina (10/11 – 17/18 settembre) dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 16:00, presso il vigneto sperimentale del Consorzio Franciacorta in via Trieste, Erbusco (coordinate 45.58574, 9.99897).

Facebook
Twitter
LinkedIn