Speciale MWW2022: WUNDERGLASS, un bicchiere contemporaneo per un ritorno al classico

Tempo di lettura: 2 minuti

Durante la quinta edizione della Milano Wine Week, a Palazzo Serbelloni, sono stati presentati i nuovi bicchieri Wunderglass, nati dalla collaborazione del Gruppo Partesa For Wine con il Best Sommelier of the World WSA 2018, Eros Teboni.

di Irene Forni

È il bicchiere delle “meraviglie”, che nasce da una serie di componenti tecniche ed estetiche che sempre si ricercano durante le degustazioni, dove è certamente importante il senso estetico, che però, non deve assolutamente compromettere il lato tecnico e funzionale del bicchiere.

“Quello di Wunderglass, è un progetto che abbiamo fortemente cercato e desiderato, perché nel mondo della distribuzione c’è da sempre l’esigenza di avere a disposizione per ogni cliente e per noi stessi, durante il quotidiano svolgimento del nostro lavoro, uno strumento capace di soddisfare la degustazione tecnica e professionale, ma anche il momento privato di degustazione, tra le mura di casa, e la risposta a questa esigenza è stata Wunderglass”.

Queste le parole di Alessandro Rossi – National Category Manager Wine di Partesa, con le quali è stato dato inizio alla presentazione dei nuovi Wunderglass, nati da una stretta collaborazione con Eros Teboni, uno dei più autorevoli giovani volti del vino italiano e Best Sommelier of the World 2018 Wsa (Worldwide Sommelier Association).

In commercio, sulle tavole dei ristoranti e su quelle delle case degli appassionati, ci sono tantissimi bicchieri di alta qualità, con forme moderne e con design talvolta futuristici – ci spiega Eros Teboni, – ma parlando con tanti colleghi e professionisti, abbiamo capito che c’era la voglia di tornare alla forma classica, quella a goccia, la forma dei bicchieri di una volta. Così, con questa presa di coscienza, abbiamo iniziato a creare e a dare forma all’idea di questo calice, che fosse contemporaneo e capace di rispondere alle esigenze della ristorazione e della beva moderna, dalla forma classica e senza tempo”.

In effetti non si può dare torto ai due ideatori di questi nuovi calici. I nuovi Wunderglass, prodotti con il supporto della celebre casa produttrice SophienWald, sono esteticamente eleganti e slanciati e soprattutto leggerissimi. Si parla infatti di un peso medio di 115g ciascuno, per tutte le tre tipologie presentate nelle versioni Bollicine, Bordeaux e Borgogna. Un peso, che però non va a discapito della resistenza, quasi tendente all’elasticità e che si presta perfettamente all’uso in ristorazione, con alte movimentazioni ed utilizzi.

Anche il packaging e il logo sono molto attraenti, nati dal frutto di una forte lavoro di grafica che rende possibile tenere la box che li contiene esposta negli store e nelle enoteche, in quanto molto bella da mostrare, facile da impilare ma soprattutto studiata contro la maggior parte degli urti.

Molto interessante, invece, è sicuramente la creazione di cestelli di lavaggio, di colore fucsia – colore presente anche nel packaging delle box – specifica per questi bicchieri. L’esperienza e l’ascolto di tutte quelle esigenze di chi con questi strumenti ci lavora, ha portato a creare un ulteriore servizio di “cura” del calice, grazie a queste ceste, capaci di salvaguardare il bicchiere durante ogni ciclo di lavaggio, momento che più frequentemente determina la rottura del calice.

Competitivo è anche il prezzo a bicchiere, che si posiziona intorno ai 24 euro +iva, un prezzo sicuramente interessante e accattivante, anche rispetto ai prezzi medi della categoria. Disponibili da oggi per la vendita.

Facebook
Twitter
LinkedIn