Emilia Wine Experience, come raccontare il territorio attraverso l’enogastronomia

Tempo di lettura: 2 minuti

Bilancio positivo per l’anno 2022 per il progetto di promozione integrata per il territorio emiliano che ha coinvolto circa 30 partner. Nel 2023 parlerà il vino.

di Giovanna Romeo

Raccontare attraverso l’esperienza enogastronomica un intero territorio. È questo l’obiettivo per il quale è nato il progetto “Emilia Wine Experience”, il progetto sistemico di promozione turistica che parte dalle eccellenze agroalimentari dell’Emilia.

Il tutto è partito dal portale, una vera e propria guida del territorio che ha avuto come finalità quella di attrarre il visitatore attraverso le eccellenze enogastronomiche: il Culatello di Zibello, il Prosciutto di Parma, la Coppa, la Pancetta e il Salame Piacentino. Passando poi per il Fungo di Borgotaro fino ad arrivare alle denominazioni vinicole. DOP, IGP, De.Co. e PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali), ricchezze che fanno di queste terre un unico a livello internazionale. Dopo il successo del 2022, grazie a una serie di eventi e attività volte a far scoprire ai consumatori, agli appassionati e alla stampa internazionale le storie che si legano alle eccellenze emiliane, si guarda al 2023 per proporre nuovi itinerari e nuove esperienze.

“Emilia Wine Experience: questione di abbinamento” è il tema che si intende svolgere; un modo alternativo di raccontare il vino, ricercando gli abbinamenti con i prodotti, la cucina oppure con la cultura emiliana nelle sue diverse forme. Emilia Wine Experience vuole essere un laboratorio, dove si creano esperienze enogastronomiche in collaborazione con gli operatori del territorio, con l’obiettivo di fornire strumenti utili ai produttori per un’accoglienza sempre più ricca e innovativa.

Capofila del progetto la Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini. Elisabetta Virtuani, il presidente, spiega che “Emilia, terra di capolavori enogastronomici dove la vita si gusta e si sorseggia” è il filo conduttore e al contempo motore che ha animato oltre 15 iniziative aperte al pubblico promosse nel 2022 e i diversi press tour organizzati lungo le Strade Vini e Sapori di Emilia. Per la prima volta si sono uniti nella promozione integrata del territorio venti comuni raccolti in tre province (Piacenza, Parma e Reggio Emilia), cinque Strade dei Vini e dei Sapori dell’Emilia, due Consorzi di tutela, un’Associazione locale. In tutto sono circa trenta i partner del territorio emiliano che sotto un unico ombrello, quello che prende il nome, appunto, di Emilia Wine Experience, hanno fatto parlare di sé.

“Nuovi format di degustazione e itinerari enogastronomici sono stati creati alla ricerca dello speciale legame vino-cucina-territorio, che in Emilia costituisce una forma essenziale di racconto di tradizioni, trasformazioni e curiosità di questi luoghi ad alta vocazione enogastronomica”, aggiunge Elisabetta Virtuani.

Facebook
Twitter
LinkedIn