Queer Wine Fest, l’Oregon celebra i produttori LBTQ+

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il 24 giugno, a Willamette Valley, si terrà il primo festival queer organizzato da Wine Country Pride. L’obiettivo è supportare la comunità vinicola queer.

Manca meno di una settimana e fervono i preparativi per il primo Queer Wine Fest, l’unico festival del vino voluto da Wine Country Pride, per celebrare le aziende vinicole di proprietà di produttori LBQT+ – le minoranze sessuali che non aderiscono al binarismo cisessuale (l’identità di genere corrisponde al genere a al sesso biologico alla nascita) e dell’eterosessualità – provenienti da Oregon, Washington e California.

Queer Wine Festival, come riporta il magazine online The Drinks Business, si terrà il 24 giugno in Oregon e sarò ospitato dalla nuovissima cantina e sala degustazione dell’azienda Remy Wines, situata nella Dundee Hills e divenuta famosa per la coltivazione e vinificazione dei vitigni italiani Nebbiolo, Sangiovese, Dolcetto e Lagrein. Per tutta la giornata sarà possibile assaggiare vini buonissimi prodotti da proprietari, viticoltori queer, accompagnati da musica dal vivo e abbinamenti gastronomici. L’obiettivo: supportare la comunità vinicola queer.

Tra i produttori presenti Roco Winery e Sis and Mae Wine della Willamette Valley, Hip Chicks Do Wine, la più antica azienda vinicola urbana di Portland. Elk Cove Vineyard, che offrirà degustazioni di Pinot Nero, Pinot Grigio e Riesling, mentre la Westrey Wine Company presenterà i suoi Chardonnay in stile borgognone, venduti al dettaglio tra i 25 e i 45 dollari. Infine la Mercury Wine, con sede in California, porterà al festival i suoi blend in stile Bordeaux, Rioja e Rodano.

 

Facebook
Twitter
LinkedIn